Working...

Working...

Italy

Intervisto le ragazze ucraine: che uomo cercano

 

Stampa

Durante il mio ultimo soggiorno a Dnipro, in Ucraina, ho intervistato alcune ragazze incontrate per strada su quale tipo di uomo cercassero e che vita pensassero di poter avere all'estero con uno straniero.

Ecco le domande che ho posto e le risposte che ho ricevuto.

1. Cosa manca nei nostri ragazzi? Cosa vorreste cambiare in loro? 

Cosa manca negli uomini russi

R.1: Forse manca il supporto morale quando facciamo carriera. 

R.2: La maggior parte degli uomini non capisce cosa significa crescere un bambino. Normalmente pensano che questo sia molto facile mentre invece è davvero molto impegnativo.

R.3: E dove non c'è comprensione l'amore e tutti gli altri sentimenti finiscono. 

R.4: In realtà non manca niente. Guardo le relazioni dei miei conoscenti che abitato all’estero e capisco che i nostri ragazzi sono in realtà molto buoni, molto attenti. Mi sembra che abbiano tutto il necessario. Mi piace tutto.   

R.5: In una relazione per prima cosa manca l’impegno, secondo, l'attenzione e poi l'uguaglianza. Le donne oggi lavorano tanto quanto gli uomini, guadagnano quasi la stessa cifra. Ma non basta, un uomo si aspetta che la propria donna guadagni sempre di più e poi cucini, pulisca, lavi mentre lui non fa niente a parte lavorare.

R.6: Beh, magari per prima cosa il coraggio. Veramente i nostri ragazzi hanno smesso di sorprendere le nostre donne. Tutto gira intorno alla situazione economica e i sentimenti vengono posti in secondo piano.

R.7: Vorrei che i ragazzi capissero di più l'essenza femminile, le donne hanno bisogno di più attenzioni.

R.8: Secondo me non gli manca nulla, bisogna solo trovare una persona adatta al proprio carattere.

R.9: Probabilmente la decenza. Se fossero un po’ più fedeli e più insistenti sarebbe meglio, perché maggior parte dei ragazzi hanno paura.

R.10: Confidenza e determinazione.

R.11: Magari anche romanticismo.

R.12: Secondo me, ai nostri uomini mancano virilità e obiettivi nella vita, sono molto confusi, restano single fino a 40 anni, alcuni senza lavoro o con lavoretti saltuari, e pensano che sia normale. Però io credo che un uomo vero debba fissarsi degli obiettivi per il futuro entro i 25 anni e pianificare come raggiungerli.

R.13: Maturità.

R.14: E mi mancano consapevolezza, responsabilità, libertà.

2. Vorreste conoscere un uomo straniero, magari un italiano, per costruire una relazione? 

Vorrei conoscere un uomo italiano per costruire una relazione

R.17: In genere non importa di quale nazionalità sia il partner ma è importante trovarsi sullo stesso piano, essere molto vicini, comprendersi, questi sono gli aspetti più importanti.

R.12: Mi sembra che gli uomini siano sempre gli stessi ovunque. Non importa che sia straniero o uno dei nostri. In questo momento pensiamo che gli stranieri siano più educati, più curati e più giovanili e da giovani raggiungono più facilmente il successo. Anche fra i nostri ci sono ragazzi così, però sono rari.

R.6: Se mi piacesse, se avessimo dei caratteri compatibili, opinioni condivise, interessi comuni e cosi via penso di sì.  

R.5: Ipoteticamente potrei considerare questa possibilità, ma… non li conosco, non so come siano. È difficile capire i nostri ragazzi perché sono tutti diversi e hanno comportamenti diversi. Con un uomo di un'altra nazionalità sarebbe anche più difficile.

R.15: Io, invece, prenderei in considerazione un uomo di un’altra nazionalità. Per esempio i turchi. In Turchia mi sembra ci sia più rispetto per la donna. Perché là c’è l’Islam.

Cosa ne pensi del fatto che, per via della religione, siano molto possessivi con la loro donna e ne limitano fortemente la libertà d’azione?

R.5: Onestamente sono d'accordo, anche se mi limitassero ma allo stesso tempo mi mantenessero e mi amassero e in questo modo non mi facessero desiderare di uscire con delle amiche per andare in un club, sarei d’accordo. Si comportano secondo delle regole, i nostri ragazzi non hanno nessuna regola: oggi sono con te e domani non lo sono più. Non puoi mai essere sicura del futuro. 

R.7: Credo che potrebbe essere interessante perché sono persone completamente diverse. È qualcosa di assolutamente nuovo, un foglio bianco. 

R.9: In teoria sì. Non importa da quale paese è una persona e di che nazionalità, l’importante che sia una persona buona.

R.1: Non escludiamo tale possibilità.

R.2: Perché no?  Se un uomo è dignitoso, si può provare. 

R.4: Penso di sì. Sarebbe interessante per tutti.

R.13: Possibile.

R.14: E io no.

R.11: Per me non è un tabù che un ragazzo o un futuro marito sia di un altro paese, di un’altra mentalità. È possibile.

R.12: In genere si vorrebbe un uomo del proprio paese per una questione di sangue. Ma se con uno straniero dovesse essere amore vero, perché no.   

3. Dove si può conoscere una ragazza dell'est? 

Dove si può conoscere una ragazza dell'est

R.9: Prima di tutto attraverso i social, ma le ragazze non reagiscono bene quando ricevono messaggi da sconosciuti. E poi magari in semplici bar, caffè, ristoranti. Penso che le ragazze siano più accessibili in tali posti.

R.6: Penso che sicuramente non sia nei night, più spesso in ambiti culturali, soprattutto nei ristoranti oppure sui social che in questo momento sono piuttosto popolari. O sui siti di incontri.

R.17: Semplicemente in un bar o in un ristorante.

R.16: In un parco, in un caffè ma sicuramente non in club notturni. 

R.10: Gli incontri per strada sono molto rari. Sono più popolari sui i social, sui siti di incontri e così via. Ma penso che un incontro dal vivo sia più efficace. 

R.14: Sei qualcuno conosce la risposta, ce la faccia sapere! Abbiamo la stessa domanda: dove conoscere un ragazzo?

R.5: Io mi affiderei al destino. Sui siti di dating trovi spesso uomini che cercano di imbrogliarti e donne che cercano di usare gli uomini. Ma questo è opportunismo, non è amore o relazione. 

R.15: Tutto accadrà quando deve accadere. 

R.1: Più probabilmente su qualche sito di dating.  

Fareste amicizia con qualcuno incontrato per strada?

R.1: Per strada penso di sì. Da qualche parte, magari in vacanza, farei amicizia.

R.17: In genere se l’approccio è adeguato si può conversare. Soprattutto se ci tiene molto. L'importante è che la persona parli bene inglese. Perché in questo momento, mi sembra, in Ucraina non tutti conoscono bene l’inglese.

R.11: Se ha un aspetto piacevole e si comporta bene allora sì, in fondo è solo una chiacchierata.  

R.12: Ci sono delle persone piacevoli fin dal primo momento. Anche se lui non dovesse conoscere la tua lingua si può cercare di trovare un modo per comprendersi. Poi ci sono quelli che ti si mettono davanti, lo guardi e non ti viene nessuna voglia di comunicare, anche se lui conosce il russo perfettamente non c'è voglia.

4. Qual è il principale problema nel relazionarsi con uno straniero? 

Mentalità delle donne ucraine

R.8: A mio parere se tu non riesci a capire una persona che parla la tua stessa lingua, allora è probabile che non capirai nulla con uno straniero. Se una persona vuole scherzare in modo sarcastico quasi sicuramente non lo capirai, penserai che sia serio.  

R.3: Distanza.

R.4: Per me forse è la lingua. Purtroppo, non conosco l'inglese.   

R.16: Mi sembra che principalmente sia la barriera linguistica. E la mentalità diversa. Se parliamo degli italiani, sono persone emotive. I nostri uomini in genere sono più tranquilli. 

R.9: La maggior parte degli uomini che vengono in Ucraina per conoscere una donna hanno già una famiglia.

R.17: Sono la barriera linguistica e la mentalità.

R.14: Forse la mentalità diversa, il diverso modo di pensare, i diversi principi nella vita. Certo che se incontri la tua anima gemella allora non sarà importante di che nazionalità sia o da quale paese provenga.

R.11: Il primo problema è se una ragazza vuole rimanere in Ucraina, secondo la diversa mentalità, e infine ci sono le famiglie: i genitori potrebbero essere contrari.   

5. Un trasferimento in Italia sarebbe una decisione difficile o facile?

Le ucraine non vogliono lasciare il Paese. Perché?

R.4: Sicuramente ci rifletterei. Qui ho un lavoro, amici, famiglia. Ma penso che se mi innamorassi allora sarebbe possibile. Dovrei essere sicura al 100% che ci sia un futuro e che la relazione sia forte.

R.1: Per me non è un problema, dipende da chi andare. 

R.3: Io ci penserei molte volte prima di farlo. 

R.9: Qui c’è tanto che mi trattiene: genitori, amici, progetti per il futuro, lavoro, quindi sarebbe una decisione difficile. Bisogna pensarci bene oppure dovrei essere follemente innamorata.

R.10: Mio marito lo seguirei. Se non ci fosse la possibilità di rimanere qua, allora sì.

R.6: Avendo una figlia … penso che se un uomo ama la sua donna allora amerà anche il suo bambino.

R.13: Sarebbe una decisione difficile perché qui ho i genitori e i miei cani. Tutto dipende dall'uomo, se lui mi andrà bene, allora si può. 

R.5: Io vorrei trasferirmi. Facile in quando vedresti altre persone, conosceresti le loro tradizioni, mentalità e comunicheresti con gli uomini per conoscerli meglio, capirli. 

6. Se vi foste trasferite in Italia, preferireste essere mantenute o cerchereste un lavoro? 

R.5: Cercherei un lavoro. Penso che ognuno debba migliorare sé stesso, studiare, magari fare carriera. Così tu ti senti sicura e anche il tuo uomo si sente sicuro perché sa che può contare su di te. 

R.15: Il livello deve corrispondere: se tu sei bella, intelligente e ricca allora accanto devi avere un uomo bello, intelligente e ricco. Tutto qua.

R.9: È una domanda interessante! Preferisco un lavoro che dia soddisfazione. Quando è mantenuta, una ragazza regredisce. Non tutte le ragazze sono disponibili a fare qualsiasi lavoro.

R.7: Non sono contraria a lavorare, ma vorrei occuparmi di qualcosa che mi facesse crescere, di qualcosa che mi piace e da cui non dipenda lo stato economico della famiglia. 

R.17: Mi sembra che per costruire una relazione ideale, in genere, bisogna essere indipendenti dal partner. Se un uomo vuole che la donna stia a casa, pulisca, stia con i figli mentre lui penserà a mantenere la famiglia, allora conviene. Ma quando entrambi lavorano e la donna inoltre deve tornare a casa e pulire, è chiaro che non è giusto. Tutto dipende dai ruoli nella coppia. 

R.6: Cercherei un lavoro, magari non uno qualsiasi ma connesso alla mia specializzazione. 

R.1: In ogni caso cercherei un lavoro ma non uno qualsiasi, qualcosa che mi piaccia. 

R.12: Sicuramente lavorerei. E se cominciasse a incolparmi? “Io faccio di tutto e tu stai a casa a fare nulla!” 

R.4: Sicuramente cercherei un lavoro perché non riuscirei a stare a casa, cercherei qualcosa che mi piacesse, qualcosa nel mio campo.  

R.11: Magari i primi tempi, mentre mi sto adattando e studio la lingua, mi farei mantenere. Ma poi cercherei un lavoro.

R.13: Io cercherei un lavoro.

R.14: Anch'io.

7. Se vi foste trasferite in Italia e all'inizio non aveste un lavoro e doveste studiare la lingua, sacrifichereste i vostri bisogni e abitudini?

R.1: Poco probabile. Non vorrei sacrificare tutto questo. 

R.4: Io, ad esempio, ho avuto relazioni in cui all'inizio mi potevano dare poco ma amavo questa persona ed ero certa che alla fine avremmo raggiungeremo tutti gli obiettivi, come poi è successo. Penso di poterci riuscire. 

R.5: No, non sono d'accordo. Forse perché sono cresciuta in un altro modo, i miei genitori mi hanno dato tutto quello che volevo. E poi io sto studiando, sto lavorando e mi posso mantenere da sola. E per un uomo ... perché dovrei stare con un uomo che non può mantenermi? 

R.9: No, non sono d'accordo. Forse perché sono cresciuta in un altro modo, i miei genitori mi hanno dato tutto quello che volevo. E poi io sto studiando, sto lavorando e mi posso mantenere da sola. E per un uomo ... perché dovrei stare con un uomo che non può mantenermi? 

R.11: Se il tuo uomo in quel momento non riesce a trovare un lavoro, e non passa tutto il tempo sul divano a fare la vittima sicuramente farei dei sacrifici per aiutarlo, se questo lo aiutasse a trovare un lavoro e tutto andrà bene.  

Secondo voi, le nostre ragazze sono pretenziose?

R.11: Secondo me, vogliono più attenzioni e che un uomo si prenda cura di loro. Io, vorrei più romanticismo. 

R.10: Ma il lato economico è molto importante. 

R.16: Tutto dipende da quanto una persona è importante per te. Se è importante allora sicuramente sì, si può sacrificare qualcosa. In ogni caso cercherei un lavoro. Anche l’auto-realizzazione è molto importante.   

R.6: Penso di sì, ma non voglio dire che per questo vivrei in una capanna, ma sarei pronta a fare la mia parte per organizzare, crescere e lavorare per poter mantenere la nostra famiglia. 

R.17: L'importante è che tra i partner ci sia amore. Se ci sarà allora ci sarà anche comprensione. 

R.7: Penso di sì. Le difficoltà esistono, e si superano insieme. Ma se i problemi persistono e tu vedi che il tuo partner non vuole fare nulla, non agisce e ha sempre qualche scusa, allora inizi a pensare: “devo fare tutto io?” Ma se tu vedi che si impegna e si sforza, allora ti dici: “lo aiuterò, lo supporterò e tutto andrà bene”.

R.8: Secondo me in questi casi bisogna essere molto chiari. Cioè chiarire che obiettivi ha il partner, se li ha, e quanto sono concreti. Intuitivamente lo capisci se sono obiettivi reali oppure se il partner sta costruendo castelli in aria e capisci che non è possibile in quel momento con le sue disponibilità economiche. Dovrebbe dirti: “Facciamo così: dammi un anno di tempo per realizzare il mio progetto, se non ci riesco, basta, abbiamo comunque un accordo". Infatti, è molto semplice fare innamorare una donna. E lei penserà sempre: “Ma questo è l'amore. Va bene, va bene, tesoro”. Succede ovunque che le persone si sacrifichino, scendano a compromessi. È normale che le persone facciano degli accordi. Lo facciamo per realizzare degli obiettivi. Ma, scusate, a me non andrebbe di partire da zero.  

8. È possibile per una ragazza innamorarsi di un uomo molto più vecchio?

R.9: Non lo so, non ho avuto esperienze di questo tipo. Be’, non lo trovo corretto, poco probabile.

R.14: Tutto è possibile, ma se una ragazza è la prima a cercare un contatto allora probabilmente cerca uno sponsor.

R.13: Tuttavia, ci sono alcuni uomini maturi molto carismatici con cui si può stare molto bene. 

R.4: Penso che tutto sia possibile. A volte accade che sia la donna ad essere più vecchia. Viviamo in un’epoca in cui nessuno fa attenzione a queste cose.

R.5: Penso che fino a 20 anni di differenza anni sia ancora normale, perché la prima cosa che guardiamo è l’aspetto, l'attrazione fisica è importante, ma quando lui è un uomo vecchio e tu sei una ragazza giovane, non ha senso frequentarsi se sei una persona autonoma, che può mantenersi da sola, prendersi cura di sé stessa. Se tu vuoi vivere senza pensare a niente e farti mantenere da un nonno, allora prego. Infatti, la mia opinione è negativa su questo, non penso che sia giusto.

R.3: Non si può. Solo un uomo ricco può non essere vecchio.

R.17: Io personalmente dubito che tra una ragazza di 20 anni e un uomo di 50 ci possano essere dei sentimenti. Ecco. Io personalmente non ci credo. Penso che sia solo interesse.

Qual è il limite massimo di differenza d’età? 

R.4: Forse 10 anni. Mi piacciono quelli della mia età.

R.17: La differenza di 20 anni credo sia accettabile se ci sono sentimenti, se c’è amore.

R.16: Fino a 10 anni. Serve un qualcuno che abbia ambizioni, come un ragazzo.

R.9: Non pongo limiti.

R.13: 20 anni, forse.

R.14: Magari 15.

R.3: Dipende da come ci si trova con quella persona. 

R.1: Io guardo l'aspetto di un uomo, come si prende cura di sé stesso e se mi piacerà. Può anche avere 40 anni e dimostrarne molti meno.

R.5: 15-20 anni al massimo.

R.15: Penso 10 anni. 

9. In una relazione, di solito amate di più o vi lasciate amare? 

Le ragazze più amorevoli nel mondo

R.6: Amo di più, credo.

R.9: Certo amare ed essere amata è l'ideale, ma quando ami, se qualcosa non va bene, poi stai male.

R.14: Certo amare ed essere amata è l'ideale, ma quando ami, se qualcosa non va bene, poi stai male.

R.4: Penso che ci debbano essere entrambe cose, tutto insieme. 

R.17: Penso che tutto debba essere reciproco. Entrambi i partner devono fare i loro sforzi.   

R.12: Preferisco più amare perché se io amo mi do completamente, mi do così come sono, reale. Se ameranno solo me, allora la persona non riceverà da me nessun piacere.   

R.3: Ho bisogno di riscontri.

R.1: Anch’io ho bisogno di emozioni e voglio amare. Offrire i miei sentimenti. 

R.10: Amiamo di più noi.

10. Come deve essere un uomo per conquistare il vostro cuore? 

R.6: Avere un buon senso dell’humor, poi l’aspetto: deve essere un uomo curato. Personalmente a me piacciono gli uomini virili cioè protettivo, coraggioso, non avaro, non cattivo.

R.9: Sapete, ci sono tre fattori di cui hanno bisogno le donne: attenzione, tempo e rispetto. Cioè: l'uomo deve dedicare tempo alla partner; il rispetto è ovvio; e l’attenzione sono regali e fiori, prendersi cura di lei. Tutto è importante.

R.14: Beh, magari allegro, deve essere allegro perché essere triste posso farlo da sola. 

R.4: Penso che a tutte le ragazze piacciano i ragazzi allegri, simpatici, in modo da non annoiarsi con loro. Che sia buono, generoso naturalmente, comunicativo, insomma tutto il meglio. Deve essere piacevole trascorrere tempo con lui. Questa è la cosa più importante per me. Inoltre, un buon lavoratore perché non sarebbe corretto se la donna dovesse lavorare e l'uomo no, questo non va bene. 

R.5: Soprattutto deve essere coraggioso e responsabile perché voglio stare con una persona che mi potrà aiutare non economicamente ma moralmente, che mi supporti e capisca i miei desideri, a partire dalle mie emozioni, che sia sensibile, forte, robusto, un uomo integro con una forte volontà. 

R.1: Responsabilità, virilità e intelligenza sono le doti più importanti in un uomo.

R.17: Deve essere intelligente, avere senso dell’umorismo ed essere fedele. Queste sono le tre caratteristiche principali. E poi essere coraggioso. 

R.16: Amorevole, virile, buono e un buon lavoratore. 

R.11: Per me sono ambizione, indipendenza dall’opinione degli altri. Intelligenza, premura.

R.10: Che sia lui il capo della famiglia e sia capace di risolvere qualsiasi problema.

11. Cosa potete dare in cambio? 

R.11: Noi stesse. Mi comporterò allo stesso modo. Darò il massimo!

R.10: Dietro a ogni grande uomo c'è una grande donna.

R.9: Attenzioni, fedeltà e sesso, semplice.

R.14: Penso che lo motiverei. Si dice: dietro ogni re c’è la sua regina. 

R.13: Daremo tutto quello che vuole! Qual è il problema! 

R.4: L’amore. Non solo, mi piace cucinare, prestare attenzione al mio uomo. Penso che nelle relazioni ci debba essere non solo l’amore, ma soprattutto amicizia.

R.5: Gli posso dare in cambio quello che chiedo a lui. Lo supporterò sempre, qualsiasi cosa voglia o pianifichi. 

R.15: Darò tutto quello che necessario.

R.17: Prima di tutto una donna deve motivare il proprio uomo, offrire dolcezza, amore, prendersi cura, essere di supporto tanto quanto l'uomo.

R.1: Calore, amore, cura, supporto, reciprocamente.

R.12: Sicuramente darò al mio uomo le stesse cose che chiedo. Tutti desiderano supporto, amore, attenzioni. 

R.6: Dedizione, tenerezza, borsch ucraino, supporto completo.

12. La bellezza di una donna è un dono naturale o il risultato di sforzi e investimenti?

R.9: Penso che la bellezza sia un dono naturale ma bisogna mantenerla.

R.4: Se vuoi essere una bella ragazza devi investire su te stessa, ad esempio in manicure, perché è piacevole quando una ragazza ha mani, capelli e pelle curati e così via. Io non investo molto: manicure, trucchi, taglio di capelli, tutto qua. Non investo molto, ma sicuramente servono soldi. 

R.3: In ogni caso essere bella è sempre un investimento in sé. Palestra, corsa, semplici esercizi, diete... certo, non è semplice.

R.6: Qualcuna è naturalmente bella, altri devono fare degli sforzi.

Andate spesso in un salone di bellezza? 

R.1: Ogni mese.  

Spendi molto?

R.1: Molte ragazze spendono parecchio, ma la natura mi ha dato una certa bellezza naturale, quindi spendo meno. 

R.6: Sì, vado, per necessità.  

R.17: Io e Anya non frequentiamo saloni di bellezza, ci prendiamo cura di noi stesse a casa. 

13. Credi nell'amore a distanza? 

R.4: Sì, ho vissuto una relazione a distanza ma poi ci siamo messi insieme.

Questo tipo di relazioni quanto tempo possono durare?

R.4: Sicuramente meno di un anno. 

Qual è stato il motivo della separazione: la distanza o qualcos’altro? 

R.4: Penso che la distanza sicuramente influisca. Scriversi con una persona è interessante ma comunque c'è la voglia di incontrarsi di persona, toccarsi, trascorrere tempo insieme. Perciò rimanere lontani per tanto tempo è difficile.    

R.6: Penso non a lungo. Più vedi una persona più la desideri, ma se permangono i limiti allora ci si innervosisce, si generano incomprensioni e alla fine ci si separa. Se invece già conoscevi la persona, ci stavi insieme puoi resistere fino a 3 anni al massimo, anche considerando di poterla incontrare almeno una volta all’anno.

R.9: Al massimo 6 mesi. Se questa comunicazione non porta a niente di più, allora credo che la ragazza debba interromperla perché ogni relazione ha bisogno di svilupparsi ma se non si sviluppa allora non ha senso sprecare tempo in chiacchiere inutili. 

R.10: Se si sono conosciuti su internet e comunicano e così via allora penso, al massimo, 6 mesi. 

Secondo voi, le nostre ragazze sono disponibili a convivere prima di sposarsi? 

R.10: Penso che 50% o magari anche di più sono pronte a convivere. 
 

  

 

Lascia un commento

Per lasciare un commento è necessario accedere con il proprio account.
Se non hai ancora un account registrati. (Gratis e sicuro)

In prima linea nelle faccende d'amore

Ciao Milians!

Cosa puoi fare in questo sito
Cosa puoi fare in questo sito

I miei articoli

  1. Perché mi definisco russa: noi, le ragazze dell'ex-URSS
  2. Intervisto le ragazze ucraine: che uomo cercano
  3. Dove e come incontrare una ragazza dell'est
  4. La giornata tipo di una ragazza ucraina. La mia vita prima dell'Italia.
  5. Differenze di mentalità | Carattere

» Indice degli articoli

Community board

  1. salve a tutti^
  2. Se le russe sono così belle, a sposarne una non è che poi vivi nella gelosia più totale?
  3. Tu sei sposata con il tuo uomo per la qualità di vita che ti sta facendo fare o perchè lo ami?
  4. Sono meglio le ragazze russe o quelle italiane?
  5. Perché le donne russe sono così belle?

» Indice delle domande

I vostri articoli

  1. ho avuto una relazione con una donna Polacca.
  2. Le russe sposano solo i ricchi? Falso!

Se vuoi vedere pubblicata in questo sito la tua storia d'amore con una ragazza dell'est o un tuo articolo a proposito delle relazioni tra uomini italiani e ragazze russe, usa questo modulo per inviarcelo: raccontami la tua storia

» Indice degli articoli

Tags

intervisto le ragazze ucraine che uomo cercano amore intervista amore a distanza relazioni a distanza ragazze russe ragazze ucraine bellezze cosa pensano opinioni russia ucraina paesi dell'est relazione con russa donne ragazze russe relazioni incontrare

Seguimi!

Follow me on Instagram Follow me on Twitter Follow me on YouTube Follow me on Facebook Follow me on VKontakte Subscribe to EasyWay Dating Telegram Channel!

» I miei video brevi pubblicati su Twitter e Instagram